Indici cumulati
In questa pagina vengono riportati i dati fito-climatici in forma cumulata per effettuare analisi ed osservazioni tra diversi periodi di interesse.
Cliccando sul pulsante "Seleziona Periodo" (in alto a destra) appare il menù a tendina in cui è possibile selezionare il periodo di accumulo di interesse per il calcolo automatico dei contatori cumulativi. Il periodo di accumulo preimpostato è pari ad 1 giorno (esattamente al giorno precedente a quello di consultazione). Dopo aver selezionato il periodo di interesse tutti gli indici ed i relativi grafici vengono ricalcolati.
Visualizzazione riquadro di selezione periodo
Gli istogrammi (nella parte alta della pagina) visualizzano il valore cumulativo totalizzato nella finestra temporale selezionata. sotto ogni istogramma è riportata la durata in giorni dell'intervallo di tempo selezionato e l'unità di misura utilizzata per il calcolo.
Grafici contatori cumulati nell'intervallo temporale selezionato
Nel particolare, i principali indici cumulati sono i seguenti:
  • la radiazione unitaria totale che ha colpito il suolo (spesso non è un valore effettivo misurato ma un parametro stimato in base alla posizione geografica)
  • i millimetri di pioggia piovuti;
  • le ore totali durante le quali foglie sono state bagnate (sia per pioggia, che per umidità elevata);
  • i millimetri di acqua totali evapotraspirati (valore potenziale stimato - non è ottimizzato per singola coltura)
  • l'accumulo di gradi giorno (somme termiche) che hanno ecceduto le soglie di 10, 18 e 20 °C.
I grafici a linea (nella parte bassa della pagina) riportano i valori cumulati giornalieri nell'intervallo ti tempo selezionato. Ad esempio il grafico a linea della pioggia cumulata è disegnato congiungendo a valori totali di pioggia giornaliera ossia i mm di pioggia complessivi caduti ogni giorno; il grafico a linea della bagnatura cumulata è disegnato congiungendo i valori totali di bagnatura fogliare giornaliera ossia il numero complessivo di ore, calcolato ogni giorno, in cui le foglie sono state bagnate.
Grafico a linea - relativo alla Pioggia cumulata
Grafico a linea - relativo alla Bagnatura Fogliare cumulata

La campanella (inserisci allarme) consente di impostare un allarme (mail e/o sms) relativo al parametro specifico mostrato nel grafico. Cliccando sulla campanella appare una scheda da compilare per l'impostazione dell'allarme (per ulteriori dettagli consulta la sezione dedicata alla configurazione di un allarme semplice).
Nota bene: I grafici a linea degli indici cumulati riportano i valori cumulati giornalieri nell'intervallo ti tempo selezionato. Di conseguenza i relativi allarmi si attiveranno solo in caso di superamento della soglia di allarme configurata da parte del dato cumulato giornaliero.

Premessa: l'evapotraspirazione reale di una coltura agricola dipende dalle condizioni microclimatiche (aria, terreno e pianta), dalla varietà della coltura e dalla sua fase di sviluppo (fenologia). Non si può quindi parlare di un valore reale di evapotraspirazione se non riferito ad una situazione molto specifica.
Il parametro di evapotraspirazione calcolato da WiForAgri rappresenta l'evaporazione potenziale di riferimento. Essa viene indicata con ET0 ed è quella relativa ad una situazione ideale standardizzata dalla FAO (un prato di Festuca Arundinacea alta 12 cm, fitta e uniforme, in fase di sviluppo vegetativo e in condizioni idriche e fitosanitarie ottimali). Siccome le uniche variabili utilizzate nella formula di calcolo del parametro ET0 sono i fattori microclimatici relativi all'aria, si può affermare che ET0 esprima esclusivamente il potere evaporante dell’atmosfera determinato delle condizioni climatiche della zona. Il modello di calcolo di ET0 implementato da WiForAgri è quello di Hargreaves (1994).
Il valore di ET0 è ben diverso dall'evapotraspirazione effettiva di una specifica coltura reale: nei prossimi paragrafi è illustrata la procedura di stima per passare dal valore di ET0 (evapostraspirazone potenziale di riferimento) ad ETc (evapostraspirazone potenziale della coltura) e poi ad ETr (evapostraspirazone reale stimata).
E’ possibile stimare ETc moltiplicando ET0 per il coefficiente Kc (coefficiente colturale) in grado di integrare nel calcolo della domanda evapotraspirativa il tipo di coltura coltivata e lo stadio di sviluppo vegetativo (fase fenologica).
ETc=ET0KcETc = ET0 * Kc
L’ETc, sebbene specifico per coltura e per fase di sviluppo, rappresenta un valore di evapotraspirazione potenziale che viene soddisfatta in condizioni ottimali ed ideali (ad es. di abbondante disponibilità idrica in primis).
Il valore del coefficiente Kc varia nel corso della stagione produttiva: si osserva una crescita del suo valore dall'inizio del ciclo colturale alla maturazione delle piante ed una decrescita durante l’ingiallimento fino alla caduta delle foglie. Per le colture pluriennali il Kc varia anche nel tempo con l'accrescimento della pianta.
I valori e gli andamenti di Kc per la propria specifica coltura agricola sono da ricercarsi riportati in bibliografia.
Esempio di variazione Kc durante il ciclo vegetativo
Infine, per calcolare l’Evapotraspirazione Reale (ETr), che tiene conto delle limitanti condizioni vegetative reali e dei meccanismi di difesa delle piante (ad es. chiusura stomi), si moltiplica ETc per il coefficiente di stress Ks che varia a seconda delle condizioni ambientali e agronomiche (ad es. condizioni pedologiche e tecnica agronomica).
ETr=ETcKsETr = ETc * Ks
Copy link
On this page
Allarmi semplici - indici cumulati
Evapotraspirazione giornaliera